DIVERSO DA CHI? – Incontro con il produttore cinematografico Ariens Damsi.

DIVERSO DA CHI?

L’Arimondi incontra all’Aurora il produttore cinematografico Ariens Damsi.

Diverso da chi? Questo il titolo scelto da Pietro, Mattia, Luca e Gabriele, rappresentanti di Istituto e coordinatori del Comitato studentesco, per il ritorno del Liceo Arimondi ad un’assemblea di Istituto. L’idea parte dal film Copperman, una bellissima favola sul tema della diversità, che i ragazzi hanno visto in classe: il diverso è lo strano, ma è anche qualcosa di speciale e di insostituibile. Il percorso scelto in questa assemblea è stato appunto il focus sull’unicità di ogni essere umano. 

Grazie al prof. Carlo Turco è stato possibile fare un breve excursus cinematografico sul tema della diversità per mezzo della visione di frammenti di tre film e docufilm: Si può fare, che racconta il mondo dei malati di mente, Wonder (il campione di incassi americano) e Niente paura, un docufilm di grandissimo interesse. Il prof. Turco è da sempre una delle risorse più preziose del nostro Liceo: la sua conoscenza, capacità e amore per il cinema traspaiono in ogni intervento.

L’ospite speciale di questa assemblea è stato però Ariens Damsi, davvero una meravigliosa scoperta. Già allievo dell’Arimondi, Ariens si è buttato nel mondo della cinematografia come coproduttore proprio con Copperman, il film che ha stregato moltissimi nostri allievi. Il nostro ex allievo, ora personaggio di successo, ha tenuto banco per un’ora sotto una carrellata di domande specifiche sul film e sulla sua carriera. Il liceo prepara alla vita e non solo a professioni mediche, letterarie o scientifiche. Avere in presenza un ex allievo che ora lavora con star internazionali come Luca Argentero è un piacevole esempio.

A margine dell’assemblea, dopo i saluti graditissimi del Dirigente Luca Martini, l’intervento di altri due ex allievi: l’assessore Filippo Mulassano e l’ex assessore Paolo Tesio, che hanno presentato un progetto che coinvolgerà i giovani saviglianesi.

Davvero una scuola di vita l’Arimondi. Grazie a chi ha partecipato e a chi ha permesso di organizzare un momento così formativo.

Gabriele Abbadessa, Luca Supertino, Pietro Roano, Mattia Scicolone e il professor Maurizio Biancotti