Dalle competenze tecniche alle soft skill

Alla ricerca dei migliori talenti: dalle competenze tecniche alle soft skill

Martedì 3 maggio 2022 le classi quinte dei corsi per ragionieri e geometri dell’IIS Arimondi Eula, hanno partecipato ad un incontro dal titolo “Alla ricerca dei migliori talenti: dalle competenze tecniche alle soft skills” con la Dott.ssa Clara Rocca, Responsabile Risorse Umane della DIMAR S.p.A., un importante gruppo locale nel settore della grande distribuzione che attualmente fornisce lavoro a  4.300 persone.

La relatrice, dopo aver fornito alcune informazioni di carattere economico sulla mission, sulla vision del gruppo DIMAR e sulla sua storia, ha focalizzato il suo intervento sul colloquio di lavoro, sul curriculum vitae e sulla grande importanza che hanno oggi le soft skills nel mondo del lavoro.

Ai ragazzi sono state fornite precise informazioni e consigli su come presentarsi ad un colloquio di lavoro, su come relazionarsi con l’azienda e su come compilare un Curriculum Vitae che rifletta la vera personalità dell’aspirante lavoratore. Un giovane che oggi  si appresta ad entrare nel mondo del lavoro deve essere consapevole,  che oltre alle hard skills, le competenze specifiche e tecniche, sono richieste le soft skills, le competenze trasversali. La dottoressa ha presentato il “modello T” per riassumere quando è richiesto ai giovani oggi: sulla linea orizzontale le soft skills (saper fare qualcosa) e sulla linea verticale le hard skills (sapere qualcosa). Questo modello non deve prescindere dal continuo sviluppo dell’industria 4.0 che, se da un lato cancella molte professioni, dall’altro ne crea continuamente di nuove che devono essere affrontate con le competenze trasversali.

Due citazioni storiche molto significative sono state fornite agli studenti: la prima di Einstein: “Non ho talenti, ma sono soltanto appassionatamente curioso”  per meglio comprendere l’importanza del continuo aggiornamento e l’altra che pronunciò John Kennedy in un suo discorso “Ask not what your country can do for you – ask what you can do for your country,” in merito all’importanza di ciò che ognuno può fare per contribuire al benessere di una nazione e di un’azienda.

La relatrice ha così concluso il suo intervento con questo messaggio: “esplorate, coltivate, fate uscire il vostro talento, siate voi stessi e mettetelo al servizio di una strategia”.

Si ringrazia la dottoressa Rocca per la competenza e la disponibilità dimostrate  e naturalmente il gruppo Dimar per aver offerto agli allievi la possibilità di riflettere e  di essere più consapevoli nel momento in cui si dovranno affrontare un colloquio di lavoro.

La docente referente del progetto prof. ssa Giovanna Illecchiani.

 

 

Spread the word. Share this post!